Testo originale e traduzione in italiano.

WAITING FOR THE MIRACLE

Baby, I’ve been waiting,
I’ve been waiting night and day.
I didn’t see the time,
I waited half my life away.
There were lots of invitations
and I know you sent me some,
but I was waiting
for the miracle, for the miracle to come.

I know you really loved me.
but, you see, my hands were tied.
I know it must have hurt you,
it must have hurt your pride
to have to stand beneath my window
with your bugle and your drum,
and me I’m up there waiting
for the miracle, for the miracle to come.

Ah I don’t believe you’d like it,
You wouldn’t like it here.
There ain’t no entertainment
and the judgements are severe.
The Maestro says it’s Mozart
but it sounds like bubble gum
when you’re waiting
for the miracle, for the miracle to come.

Waiting for the miracle
There’s nothing left to do.
I haven’t been this happy
since the end of World War II.

Nothing left to do
when you know that you’ve been taken.
Nothing left to do
when you’re begging for a crumb
Nothing left to do
when you’ve got to go on waiting
waiting for the miracle to come.

I dreamed about you, baby.
It was just the other night.
Most of you was naked
Ah but some of you was light.
The sands of time were falling
from your fingers and your thumb,
and you were waiting
for the miracle, for the miracle to come

Ah baby, let’s get married,
we’ve been alone too long.
Let’s be alone together.
Let’s see if we’re that strong.
Yeah let’s do something crazy,
something absolutely wrong
while we’re waiting
for the miracle, for the miracle to come.

Nothing left to do
when you know that you’ve been taken.
Nothing left to do
when you’re begging for a crumb
Nothing left to do
when you’ve got to go on waiting
waiting for the miracle to come.

When you’ve fallen on the highway
and you’re lying in the rain,
and they ask you how you’re doing
of course you’ll say you can’t complain –
If you’re squeezed for information,
that’s when you’ve got to play it dumb:
You just say you’re out there waiting
for the miracle, for the miracle to come.

ASPETTANDO IL MIRACOLO
Leonard Cohen testi e traduzioni

Bambola ho aspettato
Ho aspettato giorno e notte
Non mi sono accorto del tempo
Ho aspettato metà della mia vita.
Ci sono stati molti inviti
E so che me ne hai mandati anche tu
Ma io stavo aspettando
Che venisse, che venisse il miracolo.

So che mi amavi davvero
Ma, vedi, avevo le mani legate.
So che ti deve aver ferito,
Deve aver ferito il tuo orgoglio
Stare sotto la mia finestra
Con trombetta e tamburo
Mentre io me ne stavo là sopra
Ad aspettare che venisse, che venisse il miracolo

Ah, non credo che ti piacerebbe,
Non ti piacerebbe qui.
Non c’è alcun intrattenimento
E i giudizi sono severi.
Il Maestro dice che è Mozart
ma suona come un bubble gum
Quando sei lì che aspetti
Che venga, che venga il miracolo.

Aspettare il miracolo
Non c’è nulla più da fare
Non sono stato così felice
Da quando è finita la II Guerra Mondiale.

Non c’è nulla più da fare
Quando sai che ti hanno presso.
Nulla più da fare
Quando mendichi una briciola
Nulla più da fare
Quando devi continuare ad aspettare
Aspettare che venga il miracolo.

Ti ho sognata, bambola
E’ stato giusto l’altra notte
Eri nuda per lo più
Ma parte di te era luce.
I granelli del tempo cadevano
Dalle tue dita e dal pollice
E tu stavi aspettando,
Che venisse, che venisse il miracolo

Ah tesoro, dai sposiamoci (1)
Siamo stati soli troppo a lungo.
Stiamo da soli insieme
Vediamo se siamo così forti.
Sì, facciamo una follia,
Una cosa del tutto sbagliata.
Mentre aspettiamo
Che venga, che venga il miracolo.

Non c’è nulla più da fare
Quando sai che ti hanno preso.
Nulla più da fare
Quando mendichi una briciola
Nulla più da fare
Quando devi continuare ad aspettare
Aspettare che venga il miracolo.

Quando sei caduto per la strada
E giaci sotto la pioggia
E ti chiedono come stai
Ovviamente dirai che non c’è male –
Se cercano di estorcerti informazioni
E’ allora che devi fare lo gnorri:
Dire semplicemente che stavi lì ad aspettare
che venisse, che venisse il miracolo.

Testo e musica: Leonard Cohen e Sharon Robinson

(1) La critica ha individuato in Rebecca De Mornay la destinataria di questa che deve essere la più insolita proposta di matrimonio di tutti i tempi. La storia ha però sancito che anziché portare all’altare la sua bella, Leonard è asceso a Mount Baldy per ritirarsi dal mondo secolare e per portare a termine, insieme al suo maestro zen Roshi, il percorso che lo porterà a essere ordinato monaco buddista di lì a qualche anno.

2 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>