Leonard Cohen: testi e traduzioni delle canzoni (in ordine alfabetico)

QUI troverai l’elenco completo dei testi delle canzoni di Leonard Cohen.

Lentamente, stiamo procedendo alla traduzione in italiano di tutte le canzoni di Leonard Cohen. Si tratta di un percorso che certo richiederà tempi tutt’altro che brevi, ma l’obiettivo è quello di consegnare all’appassionato coheniano una traduzione finalmente corretta rispetto alle troppe zeppe di errori che circolano in rete.
Si noti che le traduzioni NON vogliono essere una resa in metrica o un adattamento musicale: piuttosto, mirano a preservare il significato originale di Cohen e a conservarne quanto più possibile le polisemie e le volute ambiguità.
Per alcune delle canzoni più note, sono presenti alcune note interpretative e di traduzione, per spiegare i passi più impegnativi o controversi.

18 commenti
  1. Sergio
    Sergio says:

    Ma cosa significa? E’ possibile che testi anche in Italiano non siano stati tradotti da nessuno delle canzoni di Leonard. Sto cercando quelli del CD The Future. Chi mi aiuta.

    Rispondi
    • YG
      YG says:

      Sergio, mi scusi ma faccio fatica a capire cosa stia chiedendo. Provo ad abbozzare una risposta, ma non sono sicuro di aver capito la prima parte della sua richiesta.
      I testi degli album di Leonard Cohen sino al 1992 sono stati tradotti nel 1993 da Massimo Cotto. Il libro, Canzoni da una stanza, è introvabile.
      Il motivo per cui non trova con molta facilità i testi in italiano è che sono molto, molto difficili da tradurre. Noi di Leonardcohen.it stiamo provando a rendere disponibile il maggior numero di canzoni tradotte, ma è un lavoro lungo e molto complesso.

      Rispondi
  2. Federico
    Federico says:

    Non è per niente facile. Cohen ha un timbro di voce bassa ed uno slang …, come dire molto slang pertanto anche se molti suoi testi sono proprio belli non sono facili da capire, sto pensando oltre ad hallelujah divenuta conosciuta grazie a Sherk anche a I’m your man.
    Ciao a tutti.

    Rispondi
  3. maria Pia
    maria Pia says:

    Finalmente… vi ho trovato! Meno male..un sito dove si parla di Len in italiano e in modo competente, completo,sincero e..con affetto. Vi seguirò senz’altro. Sono una coheniana già dal suo primo lp e non ho mai smesso di amarlo! Mi sembra di conoscerlo da sempre. Sono profondamente dispiaciuta della sua morte. Pensate…è venuto negli anni ’60 nella mia città per presentare un suo libro. Naturalmente c’ero e poi, quando ha preso la chitarra in mano, gli ho richiesto una canzone che non ricordava….così l’abbiamo cantata insieme…vicini e ridendo…un ricordo incancellabile!!

    Rispondi
    • YG
      YG says:

      Cara Maria Pia,
      questa tua storia meravigliosa – che forse non avrebbe mai visto la luce senza il sito – vale da sola tutto il tempo e la fatica che ho dedicato a realizzare questo piccolo omaggio a Leonard. Grazie.

      Rispondi
  4. giuseppe
    giuseppe says:

    Grazie per questo sito, veramente bello! Vorrei rispondere a Sergio che chiede se testi italiani non siano stati tradotti in inglese… Il più importante testo in italiano tradotto è stato “My Way” portata al successo da “The voice” FRANK SINATRA. Composta in italiano da Andrea Lo Vecchio, paroliere insieme a Roberto Vecchioni in molte delle prime canzoni del cantautore milanese. Purtroppo la canzone in italiano non ebbe successo in Italia, ma appena tradotta in inglese e cantata da FRANK SINATRA divenne un successo mondiale! Altre non saprei dire… ciao a tutti.

    Rispondi
    • Marco Grassano
      Marco Grassano says:

      No, My Way non è una canzone italiana, bensì francese, di Gilles Thibaut e Claude François, per la quale Paul Anka ha scritto il testo inglese, e che è stata interpretata da Sinatra, ma anche da Elvis Priesley.
      La versione (stesa tra sonno e veglia) di Vecchioni è posteriore al successo americano.
      Come pure francese era l’originale di “Under the bridges of Paris” cantata dall’altro “paesano” Dean Martin, un motivo molto famoso Oltralpe e composto nel 1914, “Sous les ponts de Paris”, parole di Jean Rodor / Musica di Vincent Scotto…

      Rispondi
  5. giusy
    giusy says:

    salve a tutti, sono alla ricerca di un libro con tutti i testi dell canzoni ……meglio dire poesie di Leonard Cohen in inglese ed italiano a fronte, ma purtroppo sembra non esista….avete suggerimenti?
    spero riusciate voi! Vi auguro buon lavoro e resto in attesa di acquistarlo.

    Rispondi
  6. Marco Grassano
    Marco Grassano says:

    Non sarebbe possibile pensare a una pubblicazione di tutti i testi della canzoni del Maestro tradotti e con le note interpretative, come meritoriamente fate sul sito? Non so se Minumum Fax, che ha tradotto le raccolte di poesie e i romanzi, potrebbe essere interessato. Ma varrebbe la pena proporglielo. Le traduzioni raccolte in “Stranger Music” lasciano a desiderare, ahimè…

    Rispondi
  7. Francesco Bianchi
    Francesco Bianchi says:

    State davvero facendo un lavoro prezioso. Vorrei chiedervi se poteste indicarmi da quale canzone di L. C. si potrebbe ricavare una frase che esprime più o meno questo concetto: “C’è una crepa in ogni cosa, è così che entra la luce”. Grazie. FB

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Rispondi a mariogiuseppe prestigiovanni Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>