Leonard Cohen scrive a Marianne Ihlen sul letto di morte

Due ore dopo aver saputo che Marianne Ihlen, sua compagna per circa un decennio e musa di ‘So Long Marianne’ (potete leggere la nostra traduzione e il nostro commento qui), ‘Bird on the Wire’ e molte altre canzoni ancora, era ormai sul letto di morte a causa di una leucemia, Leonard Cohen le ha fatto recapitare uno scritto toccante, in cui tratta senza giri di parole il tema della morte.
Al solito, la prosa di Leonard è stringata, asciutta, essenziale, e ogni parola sembra cadere sul foglio con un’economia senza pari. Più la leggi, e più ti rendi conto che è un capolavoro di sintesi.

Noi ve la proponiamo tradotta e in originale (in fondo all’articolo):

«Beh, Marianne, siamo giunti al tempo in cui siamo talmente vecchi che i nostri corpi cadono a pezzi e penso che molto presto ti seguirò. Sappi che ti sono alle spalle, così vicino che se tendi una mano penso che riuscirai a prendere la mia. E tu sai che ti ho sempre amata per la tua bellezza e la tua saggezza, ma non ho bisogno di dire altro in proposito perché di questo sai già tutto. Ora però voglio solo augurarti buon viaggio. Addio vecchia amica. Amore eterno. Ci si vede più in là…»

Mentre l’amico intimo e regista Jan Christian Mollestad le leggeva la parte in cui Cohen annunciava la sua presenza alle sue spalle, Marianne ha allungato il braccio… Due giorni dopo, Marianne ha perso conoscenza ed è scivolata verso la morte. Mollestad ha risposto a Leonard informandolo che nel momento del trapassole ha mormorato ‘Bird on the Wire, perché era la canzone che più sentiva. Poi le ha dato un bacio sulla fronte e uscendo dalla stanza l’ha salutata dicendo ‘So long, Marianne’.

Così vogliamo fare anche noi. So long, Marianne, e grazie per aver ispirato anche questi splendidi versi…


IL TESTO ORIGINALE DELLA LETTERA DI LEONARD COHEN (probabilmente un frammento citato a memoria da Mollestad)

«Well Marianne it’s come to this time when we are really so old and our bodies are falling apart and I think I will follow you very soon. Know that I am so close behind you that if you stretch out your hand I think you can reach mine. And you know that I’ve always loved you for your beauty and your wisdom but I don’t need to say anything more about that because you know all about that. But now I just want to wish you a very good journey. Goodbye old friend. Endless love. See you down the road…»

1 commento

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Rispondi a ATTILIO Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>